Agricoltura. Corrao: “Lo scippo dei fondi rurali al Sud è violazione della norma comunitaria”

Agricoltura. Corrao: “Lo scippo dei fondi rurali al Sud è violazione della norma comunitaria”

“La riduzione dei fondi di sviluppo rurale al Sud è francamente inaccettabile. Il Ministro dell’Agricoltura Patuanelli faccia un passo indietro e non permetta che le regioni più povere perdano fondi così importanti per l’agricoltura in un periodo di crisi come questo” – così commenta il deputato europeo siciliano Ignazio Corrao la proposta di riduzione dei fondi del FEASR per lo sviluppo rurale ai danni del Sud.

“Secondo la nuova proposta di ripartizione del Ministero, il Sud perderebbe 407 milioni, di cui 123 in meno solo per la Sicilia. Mi oppongo con tutte le mie forze a questa ripartizione scellerata a vantaggio del Nord, che viola in modo palese non solo l’obiettivo di riduzione del divario tra le regioni ma anche il regolamento comunitario 2220/2020. Ormai da anni le decisioni della Conferenza Stato regioni vanno a vantaggio del nord, grazie ad una netta maggioranza dei settentrionali. Occorrerebbe che l’Europa garantisca una maggiore tutela delle regione più povere e marginali. In attesa che ciò avvenga, chiedo a Patuanelli di rivedere la sua posizione e di evitare un’emorragia di risorse ancora una volta a danno del Meridione. Il Ministro non si prenda la responsabilità di un’infrazione comunitaria a causa di un atto palesemente illegittimo e scriteriato” – prosegue Corrao.

“Nel frattempo ho avvisato la Commissione UE, spingendola ad intervenire immediatamente per scongiurare la violazione. L’Europa ci tuteli dall’ennesimo scippo ai danni delle aziende localizzate nelle regioni più povere. ” – conclude l’eurodeputato.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.