La “Settimana della natura” alla riscoperta dei parchi

La “Settimana della natura” alla riscoperta dei parchi

Sette giorni alla riscoperta del patrimonio naturalistico e culturale italiano, sette appuntamenti internazionali importanti e simbolici per rilanciare un turismo sostenibile, capace di spaziare dai beni culturali ai cibi locali, alla tutela dell’inestimabile patrimonio di biodiversità che rende l’Italia un Paese unico al mondo. E’ l’obiettivo della «Settimana della natura», giunta alla seconda edizione, che si è aperta il 18 maggio e proseguirà fino a lunedì 24.

Per l’occasione il ministero della Transizione ecologica presenterà anche la prima newsletter ufficiale dell’Ente, con un editoriale del ministro Cingolani. Un appuntamento editoriale mensile, gratuito, pensato per rilanciare temi e iniziative promosse dal MiTE. Tanti gli argomenti che saranno trattati grazie al supporto scientifico delle 10 Direzioni Generali del ministero. Uno strumento di informazione e trasparenza, di facile accesso e consultazione, con notizie corredate di link a eventuali documenti integranti, resoconti e altri materiali utili ad approfondire i temi trattati.

Una settimana di appuntamenti, dunque, per vivere e conoscere la natura. Turismo culturale nei parchi, tutela della biodiversità, protezione delle api e delle tartarughe, salvaguardia del patrimonio naturalistico, sono i protagonisti di questi appuntamenti, che assumono un valore sempre più importante, in concomitanza con la ripartenza sociale ed economica dopo la crisi pandemica.

Riscoprire il patrimonio naturale e culturale alla ricerca della normalità ma con occhi e atteggiamenti diversi: è l’invito che arriva dal ministero della Transizione ecologica, con la consapevolezza che ci siamo avvicinati ad un punto di non ritorno, non possiamo più continuare a maltrattare l’ambiente, non abbiamo un Pianeta di riserva. Ieri la settimana ha preso il via con la giornata internazionale dei musei, per passare al tema delle api, domani giovedì 20 e arrivare venerdì alla Giornata Europea della Rete Natura 2000».

Sabato è la volta della «Giornata Mondiale della Biodiversità» che sarà seguita da una domenica dedicata alle tartarughe e poi terminare lunedì con la «Giornata Europea dei Parchi».

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.