Le rivali dell’Italia all’Euro 2020

Le rivali dell’Italia all’Euro 2020

Sebbene non parta con i grandi favori del pronostico per l’Euro 2020 che sta per iniziare, l’Italia di Roberto Mancini si sta preparando nel migliore dei modi per affrontare questa competizione con la dovuta spinta emotiva e la migliore tenuta fisica. Il debutto dell’11 giugno in casa contro la Turchia all’Olimpico di Roma, che dovrebbe avere il 25% del pubblico presente al suo interno, è l’occasione per fare il punto sia sugli azzurri sia sui loro rivali principali nella lotta al titolo. Dopo dieci vittorie su dieci nelle qualificazioni al torneo continentale la squadra di Mancini può vantare un gruppo coeso e un’undici titolare affidabile grazie al 4-3-3 nel quale i punti fissi sono Donnarumma, Chiellini, Barella, Jorginho, Insigne e Chiesa.

Tuttavia, coloro che amano scommettere sulle partite degli europei farebbero bene a puntare sul Belgio, per molti la prima grande candidata al trionfo finale. La squadra allenata da Robert Martinez ha anch’essa vinto tutte le partite di avvicinamento a questo torneo segnando 40 reti e subendone solamente tre. Un attestato di grande forma ribadito anche dalla qualificazione alla fase finale della Nations League, che si giocherà proprio in Italia con Francia, Spagna e la selezione azzurra. Con De Bruyne e Hazard che dovranno recuperare dopo degli infortuni, il punto fermo dei Diavoli Rossi è senza dubbio l’interista Lukaku, da poco eletto miglior giocatore del campionato e grande protagonista nella cavalcata dei nerazzurri al loro 19esimo titolo nazionale di sempre. La sua forza esplosiva negli a tutto campo e la sua maturità assoluta sotto porta lo rendono uno dei centravanti più forti del momento e un possibile incrocio dai quarti in avanti contro gli azzurri metterà a dura prova la difesa di Mancini.

Un altro potentissimo avversario nella lotta alla vittoria è senza dubbio la Francia, la quale adesso potrà contare anche su un attaccante come Karim Benzema, convocato nuovamente da Didier Deschamps dopo un ostracismo durato quasi sei anni. Il centravanti del Real Madrid formerà un tridente da sogno con Antoine Griezmann e Kylian Mbappé e potrà dare ancora maggior potenza a una squadra già campione del mondo che intenderà effettuare una doppietta come quella già realizzata nel 1998 e nel 2000, quando trionfò nella finale europea proprio contro l’Italia. La solidità dei Bleus e la loro esperienza internazionale li rende una delle squadre più forti e temibili sulla carta, anche se dover giocare un girone con Germania e Portogallo potrebbe rappresentare un test durissimo e lasciare alcune conseguenze dal punto di vista fisico.


E sarà proprio il Portogallo un’altra delle nazionali da tenere d’occhio. Oltre al solito Cristiano Ronaldo, fresco vincitore del titolo di capocannoniere della Serie A, i lusitani hanno a disposizione anche il fortissimo difensore centrale Ruben Dias, che ha cambiato la retroguardia del Manchester City, e soprattutto l’ex Novara, Udinese e Sampdoria Bruno Fernandes, ormai diventato un trequartista di livello totale come dimostrato nelle ultime due annate di grande successo al Manchester United.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.