Sciacca. I Borbone saccensi rivendicano la piazza, e pur sempre la nostra storia. E perché no!

<strong>Sciacca</strong>. I Borbone saccensi rivendicano la piazza, e pur sempre la nostra storia. E perché no!

Last updated on Ottobre 2nd, 2012 at 03:12 pm

Paolo Barone

Si riaccende in città la «guerra» tra i Borbone saccensi e palazzo di città. L’associazione dei cosiddetti nostalgici delle Due Sicilie, si scaglia contro il commissario straordinario Paolo Barone dopo che lo stesso ha approvato l’intitolazione di uno spiazzo della via Salvador Allende ad un ufficiale della Guardia di Finanza perito nel 1970 in un’operazione di servizio. In una nota, il presidente del sodalizio, Giuseppe Marinelli sottolinea che «sulla piazzetta adiacente la via intitolata ad un politico cileno ed ubicata di fronte ad un centro commerciale, c’è in atto una non sopita contestazione contro il Comune di Sciacca».

Secondo Marinelli, questa «vertenza» avrebbe dovuto impedire al commissario di fare un’intitolazione in piena campagna elettorale. «La piazzetta era già stata intitolata a Maria Sophia di Borbone, regina delle Due Sicilie – dice Marinelli – il commissario è entrato a… gamba tesa dopo che la questione era stata anche oggetto di incontro con gli attuali candidati a sindaco». Il rappresentante del movimento borbonico aveva già dato vita ad un precedente scontro con l’ex sindaco Vito Bono per l’approvazione e poi la revoca della delibera di intitolazione a Maria Sophia. La sua nota di protesta è stata invita, oltre che al commissario del Comune, anche al Comando della Guardia di Finanza che aveva proposto l’intitolazione al tenente Cosimo Aleo.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.