Sanità integrativa: tutto quello che devi sapere

Sanità integrativa: tutto quello che devi sapere

Sono sempre di più gli italiani che negli ultimi anni si interessano alla sanità integrativa e che scelgono di stipulare una polizza salute privata. L’incremento delle domande è dovuto da un lato alla pandemia, che ha spinto molti ad interessarsi maggiormente alla propria salute e dall’altro alla sostanziale inadeguatezza del Sistema Sanitario Nazionale. Purtroppo infatti sono ancora numerosi i limiti della sanità pubblica ed oggi più che mai gli italiani non sono disposti a correre rischi. Ecco perché la sanità integrativa sta assumendo un ruolo centrale per molte famiglie: appare l’unica soluzione per tutelare sé stessi ed i propri cari.

Vediamo però nel dettaglio cosa si intende per sanità integrativa, come funzionano le polizze salute private e quali sono le coperture più utili.

 

Sanità integrativa: di cosa si tratta?

Quando si parla di sanità integrativa si fa riferimento ad un’assicurazione privata che consente di coprire le spese da sostenere per le prestazioni pubbliche come visite, interventi, cure e via dicendo. Non solo però, perché le polizze sanitarie offrono molti altri servizi, quali ad esempio l’assistenza domiciliare, il teleconsulto medico, la convenzione con cliniche private presso le quali sottoporsi a prestazioni mediche senza lunghissime liste d’attesa e via dicendo.

 

Come sottoscrivere una polizza sanitaria integrativa

Per alcuni dipendenti è prevista la polizza sanitaria integrativa dal Contratto Collettivo Nazionale, ma purtroppo sono ancora pochi coloro che possono effettivamente beneficiarne e soprattutto questa non include quasi mai servizi rivolti anche ai figli e ai parenti più stretti. Per tale ragione, sempre più italiani scelgono di stipulare una assicurazione salute per famiglia che sia completa e che consenta a tutti di avere una copertura ottimale. Le compagnie che propongono pacchetti completi sono numerose in Italia e tra le più consigliate troviamo Europ Assistance. Vediamo però quali sono i servizi più utili da includere nel proprio pacchetto assicurativo.

 

Cosa includere nella propria polizza sanitaria integrativa

Generalmente, le assicurazioni sanitarie integrative prevedono la copertura delle spese relative a visite mediche, interventi e prestazioni offerte dal Sistema Sanitario Nazionale. Come abbiamo accennato però esistono molti altri servizi che soprattutto al giorno d’oggi si rivelano utili, per tutelare la salute di sé stessi ma anche quella dei propri cari.

A tal proposito, l’assistenza domiciliare è sempre più richiesta da coloro che hanno in casa anziani da accudire, che necessitano di prestazioni e di controlli direttamente a casa perché impossibilitati e spostarsi. Non solo: decisamente utili per tutti sono i servizi a distanza, come il teleconsulto medico, la possibilità di ricevere farmaci a domicilio e di prenotare prestazioni senza uscire di casa. La pandemia ha spinto sempre più persone nel cercare opzioni di questo tipo, proprio per ridurre al minimo il rischio di contagio.

Questi sono tutti servizi che oggi è possibile includere nella propria assicurazione sanitaria privata e che permettono di ottenere una copertura completa, superando i limiti ormai evidenti del Sistema Sanitario Nazionale. La sanità pubblica purtroppo non è più in grado di garantire una vera tutela e quella integrativa diventa perciò indispensabile, per salvaguardare sé stessi ed i propri cari.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.