Formaggi Siciliani, una tradizione internazionale di qualità in un mondo di sapori antichi

<strong>Formaggi Siciliani</strong>, una tradizione internazionale di qualità  in un mondo di sapori antichi

Last updated on Ottobre 4th, 2012 at 03:18 pm

Cacioteca

La Sicilia vera e propria fucina di prodotti agroalimentari di assoluta eccellenza nel panorama nazionale e internazionale. Non solo vino e ortofrutta i fiori all’occhiello dell’Isola, ma anche il vasto comparto dell’allevamento con i suoi molteplici derivati. In particolare si distingue per la qualità la variegata costellazione del formaggio, vera e propria tradizione che affonda le proprie radici nella storia e nelle identità etnico – geografiche della regione.

Ragusano Dop, la Vastedda del Belice, la Provola dei Nebrodi, continuando con il Piacentino ennese, il Pecorino siciliano Dop, e il Maiorchino. Un mondo di sapori antichi e di prodotti che hanno come caratteristica comune la ricerca della qualità. Siamo in Sicilia e da una mappatura della produzione casearia locale ci accorgiamo come i nostri prodotti caseari siano conosciuti a livello nazionale e internazionale, mantenendo quasi inalterati i processi di lavorazione e produzione di un tempo, seppur modificati dall’ingresso delle macchine, reso necessario per stare al passo con le regole igenico-sanitarie che nel corso degli anni si sono andate imponendo nel settore. Prodotti di qualità che riescono a stare bene sul mercato, affacciandosi anche alla grande distribuzione.

Un comparto dunque in continua crescita che riesce a legare in maniera soddisfacente l’esigenza della tradizione con la qualità della produzione industriale come quella della «Zappalà», fra le aziende siciliane leader del settore.
Pochi lo sanno ma i siciliani sono grandi consumatori dei loro formaggi. La Sicilia in questi anni si sta affermando come una vera potenza nel mondo della produzione del vino di qualità, ma anno dopo anno di quest’isola meravigliosa si stanno scoprendo a livello mondiale altri straordinari tesori. I formaggi siciliani, per esempio, si stanno affermando nel mondo, non solo per la grande qualità, ma anche per la straordinaria varietà e tradizione millenaria.
La Sicilia nei secoli ha espresso attraverso la complessa arte casearia tante importanti realtà tipiche che impreziosiscono il campionario di bontà pronte a fare la differenza su ogni tavola. Sono tante le tappe di un ipotetico percorso del formaggio attraverso il territorio siciliano, un percorso analogo a quello del vino, che peraltro si sposa a meraviglia con quello dei latticini, un itinerario che corrisponde alle caratteristiche peculiari di un paesaggio dai mille volti, una diversità che si riflette nell’anima di formidabili formaggi, tipici provengono sia dal latte vaccino che da quello di capra e pecora.

La variabile che però fa la differenza è la precisa tecnica manufatturiera che interviene caso per caso, quella appunto affinatasi e tramandata con cura fin da tempi immemorabili, lungi dal poter essere imitata o peggio ancora contraffatta.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.