Fino al 30 giugno vietata la pesca dei ricci di mare

Fino al 30 giugno vietata la pesca dei ricci di mare

Riccio di mare, è il momento del fermo biologico: vietato pescarlo

Il divieto è esteso anche alla detenzione, al trasporto ed alla commercializzare in qualunque stadio di crescita.

Dal 1 maggio al 30 giugno sarà in vigore il fermo biologico del riccio di mare: per due mesi “è fatto divieto di pescare, detenere, trasbordare, sbarcare, trasportare e commercializzare il riccio di mare in qualunque stadio di crescita”, come ricorda la Capitaneria di Porto di Porto Empedocle. Le sanzioni sono salatissime e raggiungono anche i quattromila euro.

Per poter essere detenuto e/o servito nei ristoranti, dovrà essere dimostrata la provenienza dei ricci e la data di eventuale abbattimento della temperatura, attraverso la prevista documentazione di tracciabilità ed il registro dell’abbattitore, dove l’ultima data consentita potrà essere quella del 30 Aprile.

Scrivi un commento da Facebook

Lascia una risposta

Your email address will not be published.